CORSO DI SPECIALIZZAZIONE

LA COGNIZIONE NUMERICA E LE ABILITA’ DI CALCOLO 

IL METODO TERZI: DAL CORPO ALLA MENTE.

IMPARARE L’ ARITMETICA CON I PIEDI E CON LE MANI

PRIMO CICLO SCUOLA PRIMARIA

Docente: Paola Ceschia

Modulo 3.1.- 15 ore in presenza + 2,5 di supervisione online in sincrono – 200€ …MA…

PRIMA TI ISCRIVI E MENO PAGHI! Clicca sul pulsante verde ISCRIVITI per vedere il costo in OFFERTA!

ATTENZIONE: Se non hai nessuna formazione pregressa sul Metodo Terzi, è necessario frequentare il corso BASE1 – consulta la nostra Offerta formativa – Metodo Terzi per trovare la prima data utile!

Questo modulo si svolgerà in Lombardia (luogo preciso da definirsi in base al numero di iscritti)

Il corso, prendendo le mosse da esperienze corporee, si propone come un percorso formativo teorico-pratico atto a favorire, potenziare e riabilitare le abilità di calcolo e di cognizione  numerica.

Presenta una proposta formativa dove l’insegnamento dell’aritmetica muove dall’esperienza senso-motoria, utilizzando esercizi ritmici e deambulatori che sviluppano nell’uomo l’organizzazione temporale che sostiene l’abilità del saper contare.  

Successivamente propone l’utilizzo del materiale Terzi, cioè di “striscioline” di carta e/o cartoncino che i corsisti prima, e i bambini  poi, ritagliano, manipolano, sistemano, raggruppano. 

Tali attività rendono i bambini “abili” nell’operare con i “numeri” in quanto il Metodo, funzionando in modo analogico, interviene sullo sviluppo del pensiero analogico-spaziale, con un approccio didattico-educativo e riabilitativo in grado di esaltare la natura semantica del numero, base dei processi lessicali e sintattici, e fortemente connessa con tutti gli altri compiti aritmetici: dall’enumerazione al confronto di quantità numeriche, ma anche al recupero di fatti aritmetici e al calcolo in generale.

 Si creano in questo modo immagini mentali visuo-spaziali che favoriscono la comprensione della numerosità, tappa fondamentale per utilizzare strategie e procedure di calcolo.

L’applicazione del Metodo risulta efficace per tutti i bambini in quanto agisce sulle abilità numeriche (comprensione e produzione dei numeri)  e di calcolo (procedure e strategie), utilizzando meccanismi semantici, lessicali e sintattici. 

Grazie ad una didattica attiva, laboratoriale ed inclusiva, l’applicazione risulta proficua e utile anche per i soggetti con ritardi cognitivi (D.V.A.), con bisogni educativi speciali (B.E.S.) e con disturbi di apprendimento (D.S.A.) che presentano un deficit nella capacità di cogliere il concetto di numerosità, deficit che determina una serie di difficoltà nell’apprendimento dei numeri. 

Il modello di intervento  è in linea con le più recenti scoperte nell’ambito delle neuroscienze secondo le quali la grandezza numerica è rappresentata in modo analogico e visuo-spaziale piuttosto che in modo simbolico-linguistico. Prendendo le mosse da esperienze corporee, vengono proposti una gradualità di esercizi che, procedendo dalla concretezza all’astrazione, agiscono sulla comprensione, produzione dei numeri e sul calcolo, facendo sì che ogni partecipante diventi “protagonista” del proprio apprendimento..

Il corso è rivolto a insegnanti curricolari e di sostegno, pedagogisti, psicopedagogisti, logopedisti, psicologi,  educatori, TNPEE e operatori che si interessano di apprendimento matematico.

Orario

Sabato: ore  9-13; 14-18

Domenica: ore 9-13; 14-17

18/02/2023 — 19/02/2023
09:00

Monza

Paola Ceschia

ISCRIVITI